Ogni quanto va cambiata la biancheria da letto

5
Novembre 2023

Condividi su:

Ogni quanto va cambiata la biancheria da letto

Ogni quanto va cambiata la biancheria da letto

Ogni quanto va cambiata la biancheria da letto? È la domanda che si fanno tutte le persone addette alla cura della casa.

Secondo gli esperti di igiene casalinga, per evitare che nel letto si crei un vero e proprio nido di batteri e funghi, l’indicazione generica è quella di cambiare le lenzuola una volta a settimana.

Questa pratica deve essere compiuta in modo particolare durante il periodo primaverile ed estivo, proprio perché le temperature più alte portano a sudare di più.

Da notare che utilizzando pigiami leggeri, la pelle resta molto più a diretto contatto con il tessuto, quindi l’attenzione deve essere maggiore.

Durante la stagione invernale, però, è possibile allungare i tempi fino a un massimo di 15 giorni. Mentre per le federe occorre un’attenzione maggiore!

Infatti andrebbero cambiate almeno due volte a settimana, per evitare l’insorgere di impurità sul viso.

Ricordiamo ai lettori che lo showroom Salzano Home offre tessuti di arredo, biancheria per la casa e completi di arredo di estrema qualità.

Vi ricordiamo, come sempre che l’azienda che opera dal 1975 è il concept lingerie casa di riferimento per la clientela di Afragola e a nord di Napoli: 400 metri quadri dedicati al corredo per la casa, all’intimo, al beachwear per un Concept Store che ruota sul tema della qualità assoluta, in cui trovare il meglio della biancheria selezionata a livello internazionale.

Venite a trovarci ad Afragola in via Giuseppe Verdi, 32 vi accoglieremo e sapremo consigliarvi nel modo migliore.

Ogni quanto va cambiata la biancheria da letto: i passaggi clou

I passaggi clou legati a ogni quanto va cambiata la biancheria da letto sono pochi e semplici da fare!

In primis, anche il resto della biancheria, a detta degli esperti d’igiene, ha bisogno di seguire un preciso calendario per quanto riguarda i cambi: coperte, copri materasso e copriletto devono essere lavati una volta al mese, mentre trapunte e piumini non a contatto diretto con la pelle possono essere cambiati ogni due o tre mesi.

Una volta ogni sei mesi anche il materasso meriterebbe di essere pulito a fondo con l’aspirapolvere e arieggiato, così come i cuscini.

Infine, occorre cambiare pigiami e indumenti usati per dormire almeno una volta a settimana, dato che coricarsi in lenzuola fresche di bucato con il pigiamo sporco vanificherebbe infatti ogni sforzo.

Per quanto riguarda invece le lenzuola e federe dopo averle tolte dal letto devono essere lavate e anche in questo caso esistono modi ben precisi: separarle dal resto del bucato e lavarle a non meno di 60 gradi.

Una dritta per combattere gli parassiti, secondo gli esperti, sarebbe quella di non rifare il letto appena svegli, ma di far prendere aria a lenzuola e coperte.

Infine, da sottolineare che dormire in un letto fresco e pulito è un passo fondamentale per evitare problemi di salute più o meno gravi.

Non a caso, il primo segnale che indica che il letto nel quale si sta riposando merita una rinfrescata è la comparsa di raffreddore o gola irritata.

Questo succede spesso quando si inalano dei microbi!

Inoltre anche la pelle irritata al mattino può essere interpretata come un campanello d’allarme sul fatto che si stia sbagliando qualcosa.

E per il materasso?  L’American Sleep Association afferma che la durata di un materasso è variabile e dipende da 3 fattori: quante volte ci dormiamo, quanto peso sostiene e il tipo di materasso.

I materassi sono prodotti per durare dai 7 ai 10 anni, quindi valutare questa tempistica base, a meno che non ci siano dei cedimenti.

Continuate a seguire il nostro blog per avere informazione utile nel settore!

Apri la chat
Serve aiuto?
Salve!
Come possiamo aiutarti?