fbpx

I tessuti da esterno vanno scelti con cura e con immancabile metodo, dato che il tessuto per rivestire tende e cuscini può fare la differenza, in termini di eleganza e qualità.

In primis il tessuto deve essere duraturo e quindi di ottima qualità, il che significa che deve essere composto da un materiale incapace di sbiadire o rovinarsi in poco tempo, a causa dei raggi del sole  o delle gocce della pioggia.

Il tessuto deve anche essere pratico da inserire e non necessariamente sfarzoso esteticamente, dato che quello che conta è la qualità del materiale, anche se il gusto personale non deve essere trascurato.

In questo post daremo dei consigli utili su come scegliere i tessuti da esterno nel modo migliore!

Ricordiamo ai lettori che lo showroom Salzano Home offre tessuti di arredo, biancheria per la casa e completi di arredo di estrema qualità.

Vi ricordiamo, come sempre che l’azienda che opera dal 1975 è il concept lingerie casa di riferimento per la clientela di Afragola e a nord di Napoli: 400 metri quadri dedicati al corredo per la casa, all’intimo, al beachwear per un Concept Store che ruota sul tema della qualità assoluta, in cui trovare il meglio della biancheria selezionata a livello internazionale.

Venite a trovarci ad Afragola in via Giuseppe Verdi, 32 vi accoglieremo e sapremo consigliarvi nel modo migliore.

Potrebbe interessarti anche: Tende da sole: come risparmiare con detrazione fiscale

Tessuti da esterno: i criteri da considerare

Come già spiegato, la qualità deve farla da padrona in termini di tessuto, ma l’estetica e il gusto sono fattori importanti da considerare nella scelta dei tessuti da esterno.

I cuscini d’arredo, ad esempio, sono prodotti facili da spostare dall’esterno all’interno della casa, mentre le sedute sono più complicate da mettere in salvo, e ciò richiede una scelta del materiale che necessiti, di fatto, di una maggiore cura.

Il tessuto, ovvero ciò che lo compone, può avere varie forme.

Se è traspirante, ad esempio, per i cuscini l’utilizzo sarà più confortevole e ridurrà al minimo il rischio di muffe.

Mentre per l’arredo in generale, se è esposto alla luce del sole per tutto il giorno, occorreranno dei tessuti resistenti ai raggi UV, capaci di garantire durabilità e tenuta dei colori.

I tessuti, tra l’altro, dovranno essere facili da lavare e facile da mantenere, e non è un fattore secondario, anzi!

Leggi anche: I costumi da bagno di moda per il 2020

Tessuti da esterno: le diverse tipologie

Le tipologie vanno scelte in base all’uso che si deve fare, e come già ampiamente sottolineato la durabilità è fondamentale!

La soluzione più economica è il cotone, che dona la possibilità di creare una particolare forma di design per le tende e cuscini. Inoltre, secondo gli esperti, è una scelta perfetta se si vuole dare carattere e fantasia al salotto da esterno.

Poi ci sono il poliestere e l’acrilico, ovvero fibre sintetiche che rendono i tessuti solitamente duraturi, forti e resistenti a scolorimento, muffe e restringimento.

Superfluo dire che la pulizia dei tessuti del salotto esterno è fondamentale, e occorre tenere conto di che tipo di manutenzione è richiesta in base al tessuto che si va a trattare.

Due accorgimenti importanti da ricordare sono i seguenti: quello di evitare di utilizzare l’asciugatrice sulle fibre sintetiche, sul poliestere e sull’acrilico, e quello di mantenere sempre asciutti i tessuti d’arredo dell’esterno, per evitare il formarsi di muffe.

Infine, e solo dopo aver considerato la durabilità, la qualità e la resistenza dei tessuti, oltre ai piccoli ma utilissimi accorgimenti descritti nel post, sarà possibile considerare anche la parte meramente estetica.

Con il giusto gusto, sarà possibile creare un look autentico, caldo e originale all’interno dei vostri esterni.

Apri la chat
1
Salve! Come possiamo aiutarti?
Powered by